07 luglio 2006

Gente seria

Uno degli elementi che si vogliono evidenziare come distintivi della attuale maggioranza rispetto alla precedente è quella di essere formata da persone serie e responsabili. Laddove per serie e responsabili si intenda anche "coloro che fanno ciò che va fatto". Tale disposizione trae la sua esistenza dalla consapevolezza che le soluzioni ci siano sempre e che siano accessibili a chiunque non limiti il proprio sguardo al suo "orticello" ma espanda il proprio operato al comune interesse, In funzione del "comune interesse" ogni decisione diviene magicamente (e retoricamente) proponibile e anche giustificabile in caso di "impopolarità". Sorvoliamo sul fatto che dire che una "proposta è impopolare ma è fatta nell'interesse comune" è quasi un ossimoro e concentriamoci sull'oggetto che definisce, dovrebbe definire, il comune interesse. Certe comunità esistono in base a motivazioni molto semplici di cui una sopratutto, la sopravvivenza, che ci ha costretto ad elaborare strategie che ci permettessero di rimanere in vita se possibile sino al suo naturale termine. La comunità nella molteplicità dei propri appartenenti ha saputo dare risposte che ci hanno permesso di elevare la nostra esistenza quantitativamente e qualitativamente grazie al contributo di ogni sua componente. Nel corso dei secoli siamo riusciti grazie a queste aggregazioni a creare "tangibili" miglioramenti, abitazioni, acquedotti, ospedali, scuole, coltivazioni, allevamenti difese e via dicendo, tutte materialmente tangibili. Qualche problema si è avuto e si ha quando le suddette comunità evolvendosi hanno richiesto beni "smaterializzati" quali, sd esempio, la cultura e la religione portatrici di concetti i quali possono essere facilmente trasmutati, falsati e mimetizzati con una facilità impossibile a farsi per un acquedotto o una colonica. E qui il comune interesse entra nelle nebbie della speculazione culturale e religiosa. Le comunità poi nel corso della Storia hanno cominciato ad organizzarsi in strutture più o meno complesse e di tutte le strutture create per raggiungere un buon funzionamento della comunità, il comune interesse, lo Stato è quello che attualmente dovrebbe garantire dei buoni standard attraverso l'esercizio di Governo. Un buon Governo se serve acqua costruisce acquedotti, se non sai dove vivere ti costruisce una casa, se ci sono problemi di salute crea un ospedale, non capisci e ti domandi perchè sorge il sole? Vai a scuola, eccoti la scuola. Mettiamo invece, che nel tuo Stato di appartenenza se se sei fortunato e lavori una vita te ne vai in pensione e fai quasi la fame, che se ti senti male, cosa molto probabile in uno stato con poca prevenzione perchè costa troppo, devi contribuire alle spese ospedaliere o portarti in ospedale a tue spese i farmaci necessari, dove se hai il denaro studi altrimenti chi se na frega se sei intelligente, in cui le tasse sono la peste e l'avidità e l'egoismo sono virtù, in cui tutto si fa per il "bilancio". Tu cosa faresti per migliorare la tua comunità? Immagino che voteresti, oggi si fa così, per coloro che si impegnano a cambiare le cose. E come può essere definito uno Stato ed il suo Governo che limitano, intristiscono e mortificano gli appartenenti alla proprià comunità, che li hanno votati, in nome di una addizione che prende il nome di bilancio? che incapaci di creare alternative fanno gravare sulle spalle dei più deboli il peso del fallimento della loro scuola economica? Persone serie e responsabili? Persone che fanno ciò che va fatto? E nel particolare le politiche di bilancio perseguono il comune interesse? E' il bilancio il comune interesse? Se continueranno a massacrare "seriamente e con senso di responsabilità" la propria gente penso solo che costruiranno, questa volta definitivamente, la loro sconfitta. Prof. Prodi e Dr. Padoa Schioppa auguri.

Collegamenti all'articolo:

Crea un link

Pagina principale